Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

"Io non appartengo al tempo del delirio digitale,

del pensiero orizzontale,

di democrazia totale.

Appartengo a un altro tempo scritto sopra le mie dita,

con i segni di chitarra che mi rigano la vita.

Io l'ho vista la bellezza e ce l'ho stampata in cuore,

imbranata giovinezza a ogni antico nuovo amore."

 

Roberto Vecchioni - Io non appartengo più

Sondaggi

La Sfida dei 100, 7°Fase-2°Sfida
 
 
 
pollcode.com free polls
21 settembre 2013 6 21 /09 /settembre /2013 23:01

La trentottesima edizione del Festival della Canzone Italiana si svolse dal 24 al 27 febbraio 1988 dal Teatro Ariston di Sanremo. L'organizzazione è affidata a Giorgio Verdelli della Publispei del direttore artistico Gianni Ravera e a Tonino Corvino per il Casinò di Sanremo mentre i testi dello show sono ancora di Bruno Broccoli. A condurre sono Miguel Bosè e Gabriella Carlucci con Carlo Massarini dal Palarock dove, anche quest'anno, viene allestito uno spettacolo che vede protagonisti tanti ospiti importanti come Paul Anka, Ben E. King e gli ex Beatles Paul McCartney e George Harrison. Inoltre vi sono gli interventi dall'esterno di Valerio Merola e quelli dal Casinò di Sanremo di Kay Sandvick, Lara Sanit Paul e Memo Remigi. Polemiche e considerazioni infuocate trovano, invece, spazio al "Processo al Festival" condotto da Aldo Biscardi. Anche questa volta non vi è l'orchestra ma gli artisti si esibiscono su basi preregistrate a differenza degli ospiti dal Casinò che sono accompagnati dall'Orchestra di Musica Leggera della Rai di Roma diretta dai maestri Bruno Canfora e Michele Montereali. A vincere è Massimo Ranieri con la celebre  "Perdere l'amore", brano che parla di un uomo che non si rassegna alla fine di un amore, scritto da Marcello Marrocchi e Giampiero Artegiani. Ancora una volta, invece, si piazza secondo Toto Cutugno con "Emozioni" mentre la terza piazza è di Luca Barbarossa con "L'amore rubato". Il premio della critica va, invece, a Fiorella Mannoia che bissa il successo dello scorso anno con "Le notti di maggio" di Ivano Fossati che arriva solo decima in gara. Altri brani da segnalare sono: "Mi manchi" cantata da Fausto Leali e scritta da Fabrizio Berlincioni e Franco Fasano che arriva quinta; "Italia" interpretata da Mino Reitano, scritta da Umberto Balsamo e giunta sesta; "Quando nasce un amore" proposta da Anna Oxa, scritta da Adelio Cogliati, Franco Ciani e Piero Cassano ed arrivata settima; "Inevitabile follia" di Raf, scritta con Giancarlo Bigazzi e arrivata undicesima; "Sarà per te" cantata dall'attore Francesco Nuti, scritta da Riccardo Mariotto ed arrivata dodicesima; "Io (per le strade di quartiere)" di Franco Califano, scritta con Toto Cutugno che arriva tredicesima e "Andamento lento" di Tullio De Piscopo, scritta con Mario e Giosy Capuano e giunta diciottesima. Gli altri Campioni in gara erano: Marcella Bella, Fiordaliso con Claudio Cabrini, Ricchi e Poveri, Figli di Bubba, Michele Zarrillo, Loredana Bertè, Peppino Di Capri, Matia Bazar, Drupi, Ron, Flavia Fortunato, New Trolls, Denovo, Nino Buonocore ed Alan Sorrenti. Tra le Nuove Proposte, invece, vincono i Future con "Canta con noi" di Marco Battistini, Mino Reitano, Gegè Reitano, Franco Sacco e Ricky Bolognese mentre il premio della critica, in questa categoria, va ancora una volta a Paola Turci con "Sarò bellissima" che in gara si ferma alla semifinale. Tra i giovani c'è da segnalare i debutti di Stefano Palatresi, Bungaro, Mietta e, sopratutto di Biagio Antonacci che presenta "Voglio vivere in un attimo" scritta con Rosalino Cellamare ovvero Ron non arrivando nemmeno in semifinale. A completare il cast dei giovani vi sono: Lijao, Miki, Giorgia Fiorio, Tania Tedesco, Stefania La Fauci, Stefano Ruffini, Fabio De Rossi, Ice, Andrea Mirò e Mariella Nava. La sigla iniziale della trasmissione era una versione di  "Nel blu dipinto di blu" cantata dal celebre tenore Luciano Pavarotti mentre quella conclusiva era "Mamma dammi i soldi" di Espressione Musica che non era altro che uno psedonimo utilizzato da un allora sconosciuto Francesco Baccini.  

 

Condividi post
Repost0

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua, Pagina Facebook e Donazioni

Chat

Flag Counter

Flag Counter