Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

"...E ti ricordo ancora,
 
dimmi che non è cambiato niente da allora,
 
chissà se parli ancora agli animali,
 
se ti commuovi davanti a un film.
"

 
Fabio Concato - Ti ricordo ancora

Sondaggi

Quale trasmissione musicale preferisci
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
pollcode.com free polls
4 maggio 2017 4 04 /05 /maggio /2017 23:01

"La nevicata del '56" è un brano presentato al Festival di Sanremo del 1990 da Mia Martini, Domenica Bertè all'anagrafe. Scritto da Franco Califano, Carla Vistarini, Fabio Massimo Cantini e Luigi Lopez, il pezzo rievoca lo storico evento metereologico che ha colpito l'Italia e l'Europa tutta nel 1956. Diventate proverbiali, quelle nevicata, imbiancarono tante città raramente colpite dalla neve come Roma dove, nel mese di febbraio, nevicò diverse volte e per quattro giorni le temperature rimasero sotto lo 0 così come in gran parte del Paese. In alcune località del nord si arrivò a toccare i -34 gradi. Questo evento fu ripreso in chiave musicale già da Renato Rascel e da Pio Trebbi sempre al Festival di Sanremo ma del 1970 dove cantarono "Nevicava a Roma". Mentre nel 1990 Mia Martini vinse il Premio della Critica, poi intitolato a lei dal 1996 con questo brano che sarà inserito nell'album "La mia razza". Inizialmente il brano era destinato a Gabriella Ferri e fu presentata poi da Mimì a Sanremo, che in quell'edizione si svolse per la prima volta al "Palafiori" di Arma di Taggia, in abbinamento fuori gara con il cantante messicano Manuel Mijares che ne cantò una versione in lingua spagnola intitolata "Nevada". Arrangiata da Peppe Vessicchio che ne ha suonato anche le tastiere, la canzone, usa la nevicata per rievocare tempi passati e ricordi di un trascorso felice. Si rimembra la semplicità di tempi ormai andati dove c'erano poche automobili per strada, dove si sentiva solo il rumore del fiume, dove si ascoltavano le canzoni alla radio e si vedevano le partite allo stadio. Anni in cui il sogno di quella bambina, protagonista del brano, era solo quello di indossare un giorno quello stesso vestito da sera portato dalla madre fatto da tremila sottane. Anche il sole e la luna apparivano più splendenti come con quella nevicata che ripulisce tutto lo sporco della città portando alla memoria propria quei tempi candidi e puliti. Un testo affascinante che conferma il talento autoriale della penna principe di questo staff di autori quale Franco Califano e rafforza l'idea della smisurata grandezza di una interprete unica quale Mimì. Un capolavoro che riesce a far sognare ed emozionare grazie all'intensa performance offerta dalla più grande artista femminile della storia della nostra musica italiana.  

 

 

 


 

Altro su:

Franco Califano

Mia Martini

Sanremo Story

Condividi post

Repost 0
Published by Marco Liberti - in Musica Italiana
scrivi un commento

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua e Pagina Facebook

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
 


this widget by www.AllBlogTools.com

La musica che gira intorno

Promuovi anche tu la tua Pagina

Chat

Flag Counter

Flag Counter