Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

"Io non appartengo al tempo del delirio digitale,

del pensiero orizzontale,

di democrazia totale.

Appartengo a un altro tempo scritto sopra le mie dita,

con i segni di chitarra che mi rigano la vita.

Io l'ho vista la bellezza e ce l'ho stampata in cuore,

imbranata giovinezza a ogni antico nuovo amore."

 

Roberto Vecchioni - Io non appartengo più

Sondaggi

La Sfida dei 100, 7°Fase-2°Sfida
 
 
 
pollcode.com free polls
16 giugno 2021 3 16 /06 /giugno /2021 23:01

"Decenni" è un classico della discografia di Amedeo Minghi, un brano dove si nota chiaramente sia la sua cifra stilistica sia quella del coautore Pasquale Panella, paroliere noto per i suoi testi particolarmente criptici e metaforici ma, allo stesso tempo, altamente poetici e significativi. "Decenni" è stato pubblicato nell'omonimo album del 1998 ed è un disco particolarmente fortunato che vende, supportato anche dalla stupenda "Un uomo venuto da molto lontano", oltre 300 mila copie consegnado all'artista ben 4 dischi d'oro. Il testo affronta la tematica della nostalgia e dei tempi andati ma, soprattutto, della magia che della memoria che rende quegli anni affascinanti ed indimenticabili. Se, infatti, in un primo momento il protagonista si sente tradito dalla propria età e dal tempo che inesorabilmente passa, appena dopo l'uomo, si sente risollevato dalla bellezza senza tempo dei propri ricordi che risultano, dopo anni, sempre più coinvolgenti. La memoria, infatti, tende a cancellare i momenti bui, selezionando in ogni occasioni le migliori fotografie di quel tempo donandoci, incosapevolmente, ritratti indelebili del nostro passato che, il più delle volte, risultano più belli anche di quando sono stati realmente. Minghi, canta a supporto di ciò, ad esempio: "...Guardandolo da qui...fu un bel decennio...molto allegro...ma io non lo notai..."  "Tradiscono i decenni...saranno gli anni fa. Il tempo li fà belli...questi anni non li avrai...se no li perderai..." è l'inizio del brano ma è anche il cuore ed il messaggio che gli autori intendono lanciare con questa meravigliosa pagina di musica italiana sottolineando, appunto, il contrasto tra la cupa malinconia per gli anni che passano e la lieta nostalgia dei ricordi ripuliti e lucidati"offerti dalla nostra memoria. Un grande brano, quindi, che porta la firma di due nomi importanti della nostra musica e che ha portato l'album, visto il grande successo, ad essere immesso anche sul mercato spagnolo con il titolo "Decenios" 

Condividi post
Repost0

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua, Pagina Facebook e Donazioni

Chat

Flag Counter

Flag Counter