Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

…e per questo amore figlio di un'estate,

ci vorrebbe il sale per guarire le ferite,

dei sorrisi bianchi fra le labbra rosa,

a contare stelle mentre il cielo si riposa…

Marco Masini - Ci vorrebbe il mare

Sondaggi

Cosa preferisci di questo blog
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
pollcode.com free polls
13 novembre 2016 7 13 /11 /novembre /2016 00:01

E' il 1992 quando Luca Barbarossa  dopo tre anni di inattività si presenta al 42° Festival di Sanremo con "Portami a ballare" una canzone da lui stesso scritta che esprime il desiderio di trovare del tempo da passare con la propria madre in una vita frenetica che spesso fa accantonare e trascurare i sentimenti più cari e le persone più importanti della vita di una persona come, appunto, la madre. Il brano dai risvolti nostalgici e commoventi incanta prima la platea dell'Ariston aggiudicandosi il primo posto nella kermesse sanremese e poi i fruitori di musica ottenendo un ottimo riscontro nelle vendite. La canzone verrà pubblicata in un 45 giri che contiene anche il brano "Ho fatto l'eroe". Per il cantautore romano questa canzone rimarrà per sempre tra le migliori del suo repertorio pur sfornando tanti altri brani di qualità che confermeranno sempre le elevate capacità artistiche di Barbarossa che non sarà tra i più osannati dai media ma che quando si presenta su di un palco fa sempre la sua figura. Non va dimenticato l'impegno umanitario che Luca ha portato avanti e continua a farlo essendo uno degli elementi più rappresentativi della nazionale cantanti fin dalla sua nascita. Tornado alla canzone, Barbarossa, invita la mamma a raccontargli la sua gioventù, i desideri che aveva confrontandoli con quanto ottenuto dalla propria vita e la spinge a mettere da parte pensieri e problemi vari per lasciarsi andare in un momento di intimità e di affetto con il proprio figlio che, in questo caso, si tramuta in un ballo: "Uno di quei balli antichi che nessuno sa fare più". Emozionante esposizione di un sentimento forte eseguita attraverso un testo ben scritto da parte di una garanzia della nostra musica come Luca Barbarossa.

 

Condividi post

Repost 0
Published by Marco Liberti - in Musica Italiana
scrivi un commento

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua e Pagina Facebook

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
 


this widget by www.AllBlogTools.com

La musica che gira intorno

Promuovi anche tu la tua Pagina

Chat

Flag Counter

Flag Counter