Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

"...La noia è come il blues: ti fa pensare a dio,

 leggera come un gas che penetra il tuo io;

 La noia è nostalgia di un posto che non c'è,

 è voglia di andar via da tutti e anche da te..."

 

Marco Masini - Malinconoia

Sondaggi

La Sfida dei 100, 3°Fase-10°Sfida
 
 
 
 
pollcode.com free polls
9 novembre 2011 3 09 /11 /novembre /2011 10:20

Partite in questi giorni le prove del nuovo spettacolo teatrale proposto da Nino D'Angelo,  all'anagrafe Gaetano, dal titolo "C'era una volta...Un jeans e una maglietta" in cui l'artista ripercorre la storia della sua vita attraverso racconti, aneddoti e, ovviamente, canzoni. Infatti lo spettacolo è una sorta di musical misto ad un "one man show" che prende spunto sia dalla prima opera autobiografica portata in scena dallo stesso artista partenopeo "Core pazzo" nel 1997 e sia al teatro canzone reso celebre da Giorgio Gaber. Il riferimento a "Un jeans e una maglietta" e cioè all'album che lo ha consacrato a livello di vendite e di popolarità nazionale è offerto come chiaro emblema di tutta una fase musicale ormai passata e mai rinnegata anche perchè senza quel Nino, probabilmente, non sarebbe mai venuto fuori l'artista di oggi. Ci sarà, quindi, un confronto tra il Nino giovane dall'inconfondibile caschetto biondo e il Nino maturo di oggi. Due ere musicali completamente diverse che hanno portato l'autore a vivere due volte: un destino che talvolta ha creato anche difficoltà in una ristretta cerchia di fans che non accettava il cambiamento. Ma ogni uomo cresce e l'età, oltre al grigio dei capelli, porta esperienza, maturità, consapevolezza della propria arte e, quindi, approcci differenti nei confronti della vita e delle sue infinite sfaccettature. La nostalgia dei tempi che furono torna anche nello spettacolo dove Nino ripropone pezzi del passato confrontandoli con le nuove musicalità e tematiche che ormai da diversi anni lo accompagnano in questa seconda fase della sua carriera. Una nuova pagina il cui inizio può essere rappresentato dall'album "Stelle 'e matina" del 1999, dove troviamo, tra le altre, "Senza giacca e cravatta".   Da quel momento Nino lascia la frivolezza della gioventù ed inizia questo percorso fatto di musicalità multietniche, tematiche sociali, testi impegnati e pure poesie in cui uscirà fuori tutto il talento artistico maturato in tanti anni di musica. L'enorme salto in termini di qualità lo riporta agli splendori di un tempo ed a vette artistiche forse mai raggiunte prima: stavolta le fugaci apparizioni televisive riconducibili al solo folklore napoletano in cui veniva usato a livello nazionale spesso solo per riproporre i classici della tradizione devono far spazio ad apprezzate e significative interpretazioni del suo repertorio. Nel 2005 arriva anche uno speciale televisivo dal titolo "Io non ti ho mai chiesto niente" trasmesso su Canale 5 in cui Nino è protagonista con la sua musica eseguendo, fra le altre cose, due duetti con Massimo RanieriGiancarlo Giannini davvero eccellenti. Anche in tv, però, Nino non dimentica le sue radici ed il suo passato che dimostra anche a Sanremo presentando sempre e solo canzoni in dialetto il che indica un'appartenenza alla propria terra ed una consapevolezza che l'arte, quando è di qualità, non ha bisogno di traduzioni e sottotitoli. La rinuncia ad una musica più commerciale e/o in lingua italiana che avrebbe garantito probabilmente più vendite e, quindi, un maggiore riscontro economico sta a sottolineare la volontà dell'artista di non abbandonare il proprio credo e la propria natura solo per freddi leggi di mercato. Venderà di meno ma di certo, chi compra i suoi dischi, non ne resterà deluso e lo ripagherà con la stessa fiducia in ogni nuova avventura. Nino, infatti, conserva un rapporto eccezionale con il suo pubblico fatto di stima e di reale contatto sia attraverso concerti nelle più svariate località che attraverso i social network. In attesa del prossimo lavoro disografico "Tra terra e stelle" che dovrebbe uscire tra dicembre 2011 e gennaio 2012 Nino aspetta tutti i suoi fans al teatro Bellini di Napoli dal 25 dicembre al 15 gennaio. Lo show sarà poi proposto anche all'Ambra Jovinelli di Roma, al Colosseo di Torino e allo Smeraldo di Milano.      

 

 

 

 

Articoli correlati:

"Bella": Nino D'Angelo dipinge la sua Napoli

"Capellone": Il più grande "insuccesso" di Nino D'Angelo

Nino D'Angelo: "Italia bella"

Nino D'Angelo: "Tra terra e stelle"

 

 

 

Condividi post

Repost0

commenti

Giuly 11/09/2011 15:19


Preferisco di gran lunga lui che d'Alessio.


Marco Liberti 11/09/2011 17:32



Non c'è paragone. D'Alessio è l'antimusica...



Monica Cadoria 11/09/2011 14:58


L'ho visto in concerto dal vivo a Ponza nel 2003...


Marco Liberti 11/09/2011 17:32



Ottimo


 



Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua, Pagina Facebook e Donazioni

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
 


this widget by www.AllBlogTools.com

La musica che gira intorno

Promuovi anche tu la tua Pagina

Chat

Flag Counter

Flag Counter