Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

"...E ti ricordo ancora,
 
dimmi che non è cambiato niente da allora,
 
chissà se parli ancora agli animali,
 
se ti commuovi davanti a un film.
"

 
Fabio Concato - Ti ricordo ancora

Sondaggi

Quale trasmissione musicale preferisci
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
pollcode.com free polls
18 luglio 2016 1 18 /07 /luglio /2016 23:01

"Avrai" è uno dei successi più amati di Claudio Baglioni e rappresenta l'omaggio più bello che un padre cantautore può fare ad un figlio appena nato. Il brano, infatti, inciso in versione studio solo su 45 giri "Avrai/5" nel giugno 1982 e poi ripubblicato su diverse raccolte tra cui quella live del tour "Alè-oò" del dicembre dello stesso anno arriva a poco prima di un mese della nascita del figlio Giovanni, venuto al mondo il 19 maggio 1982 dall'unione con Paola Massari (donna a cui era dedicata "Questo piccolo grande amore", sposata da Baglioni nel 1973 e divorziata legalmente nel 2008 dopo, però, 14 anni dalla loro reale separazione). Il nuovo arrivato in casa Baglioni porta all'artista romano una nuova verve e oltre all'ispirazione per quello che diventerà uno dei suoi brani più belli di sempre, Baglioni, troverà la voglia di organizzare un qualcosa di importante e cioè segnare in maniera particolare quel periodo d'oro con un grande abbraccio live con il suo pubblico. Nasce così il primo tour negli stadi di un cantautore italiano mentre prima, altri suoi colleghi avevano scelto questo tipo di location solo per eventi occasionali. Il già citato tour "Alè-oò" titolo che ricorda propria un coro da stadio, quindi, diventa, nell'estate del 1982, un qualcosa di storico sia per Baglioni che per l'intera musica italiana. Nel testo, papà Claudio, prospetta al figlio tutto ciò che gli aspetta nella vita, dai momenti più futili e quotidiani a quelli più intimi e riflessivi. Gioie, dolori, amori e tanti giorni da vivere appieno nel percorso della vita sulle orme dei suoi genitori ma anche sulle ali della proprio libero pensiero. Un messaggio di cuore, quindi, di un padre innamorato che come decanta gli aspetti positivi della vita non intende nascondere al nascituro anche ciò che di duro, di difficile e di indesiderato ci offre il percorso terrestre. Oggi la canzone, come Giovanni, ha superato i trent'anni ma resta sempre una delle pagine più belle della nostra musica.    

Condividi post

Repost 0
Published by Marco Liberti - in Musica Italiana
scrivi un commento

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua e Pagina Facebook

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
 


this widget by www.AllBlogTools.com

La musica che gira intorno

Promuovi anche tu la tua Pagina

Chat

Flag Counter

Flag Counter