Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

"Io non appartengo al tempo del delirio digitale,

del pensiero orizzontale,

di democrazia totale.

Appartengo a un altro tempo scritto sopra le mie dita,

con i segni di chitarra che mi rigano la vita.

Io l'ho vista la bellezza e ce l'ho stampata in cuore,

imbranata giovinezza a ogni antico nuovo amore."

 

Roberto Vecchioni - Io non appartengo più

Sondaggi

La Sfida dei 100, 7°Fase-2°Sfida
 
 
 
pollcode.com free polls
5 agosto 2017 6 05 /08 /agosto /2017 15:46

"Non gioco più" è il nuovo singolo di SALVOEMME. Salvatore Messina, all'anagrafe, è un cantautore molto promettente che si sta facendo largo nel mondo musicale grazie a sonorità vintage-pop molto affascinanti ed arricchite da una attenzione all'aspetto testuale non indifferente che comprova la sua matrice cantautorale. Non a caso, infatti, la sua storia musicale inizia al CET di Mogol dove si è diplomato alla fine degli anni '90. Questo nuovo brano è il quinto estratto del prossimo album che dovrebbe essere pubblicato tra novembre e dicembre 2017. In effetti, però, questo brano era già stato lanciato in versione home recording nel 2015 mentre ora è stata ripresa e riarrangiata da "La Force - Creative Chambers" di Roberto La Fauci come, tra l'altro, fatto per gli ultimi lavori. Per ciò che riguarda il video, invece, la realizzazione è da attribuire allo stesso cantautore che ha curato regia e montaggio partendo dalle riprese di Salvatore Giuseppe Russo e ricreando, con simboli ed immagini, le atmosfere trasmesse dal testo. La canzone è, in sintesi, un atto di consapevolezza di un uomo verso ciò che ci circonda nel quotidiano alla ricerca della verità e di quella libertà interiore che è simboleggiata da quel che resta di quel bambino, senza troppo pudore, che ognuno ha ancora dentro di sé. Vi è, quindi, un ipotetico dialogo dolceamaro tra l'adulto e il bambino che, per sua natura, si ribella alle imposizioni e insegue senza schemi la sua libertà cosa che un adulto spesso non può o non è più capace di fare. Solo i bambini o i folli, sanno in fondo riconoscere, per la loro ingenua visione del mondo, la reale differenza tra il bene e il male. Questo è, in pratica, l'interessante e il condivisibile messaggio lanciato da SALVOEMME in questo brano che, dopo gli altri ottimi singoli, si prepara a presentarci per fine anno un album che si prospetta davvero molto interessante e che sicuramente farà conoscere al grande pubblico un talento che farà strada.         

Condividi post
Repost0

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua, Pagina Facebook e Donazioni

Chat

Flag Counter

Flag Counter