Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

"...ma dentro i suoi occhi, un dolore profondo:

vedere il cammino, diverso del mondo,

la guerra e la gente, che cambia il suo cuore,

la verità che muore..."

Amedeo Minghi - Un uomo venuto da lontano

Sondaggi

La Sfida dei 100, 8°Fase-Sfida Finale
 
 
 
pollcode.com free polls
13 luglio 2012 5 13 /07 /luglio /2012 23:01

 

 

883 - "Un giorno così" - (M.Pezzali) - "La dura legge del gol" 1997

 

 

Lucio Dalla - "Nuvolari" - (R.Roversi - L.Dalla) - "Automobili" 1976

 

 

Lorenzo Jovanotti - "La mia moto" - (L.Cherubini) - "La mia moto" 1989

 

 

Marco Masini - "A 200 all'ora" - (M.Masini - G.Dati) - "Raccontami di te" 2000

 

 

Ivan Graziani - "Motocross" - (I.Graziani) - "Parla tu" 1982

 

 

Lucio Battisti - "Il tempo di morire" - (G.Rapetti - L.Battisti) - "Emozioni" 1970

 

 

Lucio Dalla - "Mille miglia" - (R.Roversi - L.Dalla) - "Automobili" 1976

 

 
 

Francesco Guccini - "Autogrill" - (F.Guccini) - "Guccini" 1983

 

 

Biagio Antonacci - "Il campione" - (B.Antonacci) - "Mi fai stare bene" 1998

 

 

Daniele Silvestri - "Y10 bordeaux" - (D.Silvestri) - "Prima di essere un uomo" 1995

 

 

Tony Tammaro - "'O trerrote" - (V.Sarnelli) - "Monnezzarium" 1997

 

 

Giorgio Gaber - "Torpedo blu" - (G.Gaberscik) - "Sai com'è" 1969

 

 

Lucio Dalla - "Il motore del 2000" - (R.Roversi - L.Dalla) - "Automobili" 1976

 

 

Enzo Jannacci - "La balilla" - (E.Jannacci) - "1980" 1980

 

 

Paolo Conte - "La topolino amaranto" - (P.Conte) - "Paolo Conte" 1975

 

 

Gianni Morandi - "Andavo a cento all'ora" - (F.Migliacci - T.Dori - M.Cantini) - "Gianni Morandi" 1963

 

 

Tony Tammaro - "'A cinquecento" - (V.Sarnelli) - "Prima cassetta di musica tamarra" 1989

 

 

 

Fabio Concato - "Guido piano" - (F.Piccaluga) - "Fabio Concato" 1984

 

 

Lucio Dalla - "L'ingorgo" - (R.Roversi - L.Dalla) - "Automobili" 1976

 

 

Lucio Battisti - "Si viaggiare" - (G.Rapetti - L.Battisti) - "Io tu noi tutti" 1977

 

 

Tony Tammaro - "'A smart" - (V.Sarnelli) - "Yes i cant" 2010

 

 

 

 

 

Commenta e vota la tua preferita o suggeriscine altre sul tema.

Condividi post
Repost0
5 luglio 2012 4 05 /07 /luglio /2012 23:01

Si intitola "I Live You" il nuovo lavoro discografico che segna il ritorno sulla scena musicale di  Paolo Vallesi a 9 anni dall'ultimo "best of" e a 13 dall'ultimo progetto di inediti. Il cantautore fiorentino, quindi, si ripropone con una raccolta dei suoi più grandi successi in versione live registrata a Cassino durante uno dei concerti del tour "E' bastato un momento". Il titolo del tour è anche quello del singolo di lancio, non del tutto inedita ma sempre in attesa di essere incisa dopo la sua diffusione telematica e le esecuzioni live. Per l'occasione, Vallesi, ha lanciato anche un nuovo videoclip che lo vede in compagnia dell'attore Nerì Marcore in una insolita giornata di pesca. Il video di "E' bastato un momento" è stato girato al Lago del Bilancino a Firenze. Questo live, però, è solo l'inizio della programmazione che vedrà impegnato il cantautore toscano nei prossimi mesi. Sono diversi, infatti, i progetti atti a definire il suo completo ritorno nel mondo della musica. Dopo "I Live You", infatti, Vallesi proporrà una raccolta di duetti eseguiti durante la sua carriera per un album destinato al mercato europeo. Verrà pubblicato, infatti, in Germania, Olanda, Francia e Spagna per testimoniare il grande richiamo che ancora oggi, dopo tanti anni di assenza, un artista come Vallesi ha sul pubblico non solo italiano. Inoltre, per settembre, è prevista la pubblicazione tanto attesa di un nuovo disco di inetidi che si chiamerà "Il viaggio dell'uomo" e che già sta provocando fibrillazione tra i numerosi seguaci dell'artista che non hanno mai smesso di sperare in un suo ritorno. A meno di eclatanti sorprese, il loro desiderio sarà realtà nel giro di qualche mese. Nel frattempo, però, è cosigliabile a chi non conoscesse ancora il suo repertorio ed i suoi maggiori successi tuffarsi nella sua storia musicale attraverso questo live che ripercorre un po' tutta la sua strada artistica. Inoltre, tale disco, sarà anche un'occasione per le nuove generazioni di conoscere un'artista di cui forse hanno solo sentito parlare vista la sua quasi totale scomparsa dai media negli ultimi dieci anni.

 

 

 


 

Altro su:

Paolo Vallesi

Condividi post
Repost0
2 luglio 2012 1 02 /07 /luglio /2012 23:01

 Franco Califano e  Simone Cristicchi sono attualmente in rotazione radiofonica con un singolo realizzato per benefecicenza insieme ai ragazzi del carcere minorile di Nisida a cui, tra l'altro, andrà anche il ricavato del progetto. "Sto a cerca' lavoro", questo il titolo del brano, non è un vero inedito poichè è in realtà una vecchia canzone dello stesso Califano, scritta in collaborazione con Enrico Giaretta e Alberto Laurenti e pubblicata negli anni '80 con il titolo "Dice". In questa nuova versione viene interpretata oltre che dallo stesso autore principale, da Cristicchi e dai giovani detenuti anche da Alberto Mennini, cantautore e organizzatore dell'inedito duetto. Come detto, si tratta di una operazione benefica, infatti, i soldi andranno a favorire i detenuti di Nisida tramite l'associazione "Liberi Onlus" per il progetto sostenuto dal Ministero della Giustizia e dal Dipartimento della Giustizia Minorile per l'inserimento nel mondo del lavoro dei minori attualmente detenuti. A distanza di anni, il testo, appare quanto mai attuale poichè parla di discoccupazione e vuole essere anche un invito alle istituzioni a fare il possibile per tutti i ragazzi che vivono questo problema e non solo per quelli nelle case circondariali. "Cerco di mettere a disposizione l'esperienza di uno che ha vissuto tre vite e ha conosciuto la prigione. - Dice "il califfo" - Mi hanno tolto due anni e mezza di vita, ma la prendo a ridere. Ci faccio pure una battuta: pensa quante donne ho risparmiato". Tornando alla sua esperienza in carcere Califano dichiara: "Ci sono posti peggiori come i manicomi o gli ospedali. E poi a Rebibbia si giocava pure a pallone e mi hanno dato una camera singola". Anche Cristicchi ha apprezzato di far parte di questo progetto per la problematica della disoccupazione. "Nella mia vita ho fatto i mestieri più umili, dal gelataio al Babbo Natale, so quanto è difficile trovare lavoro". Inoltre, Cristicchi, si è detto fiero di duettare con Califano confermando la sua romanità ben radicata da undici generazioni e vedendo il Califfo come un vero esempio di vita. Non a caso, infatti Cristicchi che sta preparando il suo nuovo album dove racconta storie di vita di persone e personaggi, sta pensando di scrivere un brano proprio incentrato sulla vita di Califano e magari di cantarlo insieme. In ogni caso va elogiato l'impegno sociale di questi due artisti così diversi per stile e generazione musicale che si sono uniti a favore di una causa tanto importante come la disoccupaizone con un occhio particolare verso i ragazzi dei carceri minorili a cui non può essere non essere concessa una seconda opportunità per rifarsi una vita in onestà.

 

 

Condividi post
Repost0
30 giugno 2012 6 30 /06 /giugno /2012 23:01

 

 

Luca Carboni - "Mare mare (Bologna-Riccione)" - (L.Carboni - M.Malavasi) - "Carboni" 1995

 

 

Marco Masini - "Ci vorrebbe il mare..." - (G.Bigazzi - M.Masini - G.Albini) - "Marco Masini" 1990

 

 

Enrico Ruggeri - "Il mare d'inverno" - (E.Ruggeri - L.Schiavone) - "Jazz" (L.Bertè) 1983 - "Presente" (E.Ruggeri) 1984

 

 

Fabrizio De Andrè - "Creuza de ma" - (F.De Andrè) - "Creuza de ma" 1984

 

 

Gianni Bella - "Il profumo del mare" - (G.Bella - G.Rapetti) - "Il profumo del mare" 2001

 

 

Nomadi - "Il profumo del mare" - (B.Carletti) - "Una storia da raccontare" 1998

 

 

Eduardo De Crescenzo - "L'odore del mare" - (G.Morra - E.De Crescenzo - M.Fabrizio) - "Nudi" 1987

 

 

Giuni Russo - "Un'estate al mare" - (F.Battiato - G.Pio) - "Un'estate al mare/Bing Bang Being" 1982

 

 

Lucio Battisti - "Acqua azzurra, acqua chiara" - (G.Rapetti - L.Battisti) - "Lucio Battisti Vol. 2" 1970

 

 

Lucio Dalla - "Come è profondo il mare" - (L.Dalla) - "Come è profondo il mare" 1977

 

 

Pino Daniele - "Chi tene 'o mare" - (G.Daniele) - "Pino Daniele" 1979

 

 

Nino D'Angelo - "Uocchie 'e mare" - (G.D'Angelo) - "Tiempo" 1993

 

 

Renato Zero - "Spiagge" - (R.Fiacchini - D.Baldan Bembo) - "Calore" 1983

 

 

Antonello Venditti - "Alta marea" - (A.Venditti - N.Finn - "Don't dream it's over") - "Benvenuti in Paradiso" 1991

 

 

Lucio Battisti - "La canzone del sole" - (G.Rapetti - L.Battisti) - "La canzone del sole/Anche per te" 1971

 

 

Nino D'Angelo - "A mare oo" - (G.D'Angelo) - "Eccomi qua'" 1985

 

 

Ivano Fossati - "Questi posti davanti al mare" - (I.Fossati) - "La pianta del tè" 1988

 

 

 

 

 

Commenta e vota la tua preferita o consigliane altre sul tema.

Condividi post
Repost0
24 giugno 2012 7 24 /06 /giugno /2012 23:01

Come previsto è arrivata l'ufficialità per Fabio Fazio alla conduzione del prossimo Festival della Canzone Italiana. Nell'ambito, infatti, della presentazione dei palinsesti Rai del prossimo anno, Giancarlo Leone direttore intrattenimento Rai ha messo la parola fine sul toto-conduttori della kermesse musicale ufficializzando la presenza di Fazio alla guida della stessa. Il conduttore si è detto soddisfatto e deciso a rispettare, come già fatto nelle due precedenti edizioni condotte in passato, la sacralità di una trasmissione in cui appare fuori luogo mettersi in mostra bensì è un luogo dove passione e tradizione delvono regnare per dar vita ad uno spettacolo popolare come è sempre stato il Festival di Sanremo. Ad accompagnare Fazio ci sarà, anche se manca ancora la firma del contratto, Luciana Littizzetto già consolidata compagna di viaggio nella fortunata trasmissione "Che tempo che fa". Non è dato sapere, ma appare probabile, quantomeno una ospitata per Roberto Saviano con il quale Fazio ha dato vita ad una collaborazione intensa nelle ultime produzioni televisive che lo hanno visto protagonista sia in Rai che, recentemente, su La7. Tornando a Fazio, il conduttore ha dichiarato che avere l'opportunità di condurre il Festival è una possibilità che capita poche volte nella vita e che rinunciarci non avrebbe avuto molto senso. Anzi, riferisce il presentatore ligure, questa volta non avrà nemmeno il tormento degli ascolti essendo già in vetta in questo senso nella storia del Festival con le sue due precedenti conduzioni. Dopo aver accettato la conduzione, Fazio, è partito per una vacanza in famiglia, dove ha avuto il tempo per riflettere realmente sulla risposta positiva data alla direzione Rai e, solo dopo quei giorni, ha davvero capito di aver fatto la scelta giusta accettando questa nuova avventura. Fazio ha annunciato che questo Festival sarà una festa di passione ma non ha ancora fatto nomi sui possibili nomi che comporranno il cast artistico. Probabilmente è ancora molto presto ma ciò che è certo è che sicuramente il conduttore ha già in testa dei nomi che gli piacerebbe portare in gara. Da genovese e da amante della musica dei suoi conterranei Fabrizio De Andrè ed Ivano Fossati, Fazio, punterà sicuramente sulla qualità anche se difficilmente gli riuscirà l'impresa già compiuta a "Che tempo che fa" di portare gente del calibro di Francesco Guccini o dello stesso Fossati. In ogni caso aspettiamo con fiducia l'elenco del cast sperando che Fazio mantenga quei canoni di qualità a cui ha ben abituato il suo pubblico.

 

 

5137296877_16b6c4474f.jpg

 

Altro su:

Fabrizio De Andrè

Francesco Guccini

Ivano Fossati

Sanremo

Condividi post
Repost0
23 giugno 2012 6 23 /06 /giugno /2012 23:01

Mentre è in rotazione radiofonica il suo nuovo singolo "Ma quale musica leggera" scritto e suonato per lei da Edoardo Bennato, Loredana Bertè, in una intervista rilascita alla rivista "Diva e Donna" si dice "disgustata dalla vita" ed annuncia "Mi ammazzerò, già prendo i farmaci per morire". L'artista, da sempre regina degli eccessi e vittima di una vita tortuosa fatta di molte esperienze dure (turbolenti storie sentimentali, difficli rapporti con la familgia) e, talvolta drammatiche come  la misteriosa morte della sorella Mia Martini, ha rilasciato una serie di dichiarazioni che rappresentano uno stato d'animo alquanto depresso proprio in un momento in cui la carriera artistica sembrava poter riprendere una sua strada. Fra le cose dette al giornale c'è da sottolineare il suo attuale rapporto con la vita e con la morte che spiega in questi termini: "Penso spesso alla morte. La vita mi sta disgustando, non mi dà niente" e poi fa riferimento alla sua età, 61, pensando a quanta gente muore ancor più giovane e ricorda, soprattutto i tanti artisti morti prematuramente come Amy Winehouse o Jim Morrison. Ma il suo pensiero, da artista del popolo, va anche alla gente comune ed in particolare ai terremotati dell'Emilia costretti a vivere in condizioni difficili ed esprimendo i propri dubbi e le proprie incertezze su di un futuro su questa Terra dichiarando "Ogni giorno ce ne una" riferendosi alle tragedie ed alle calamità che affligono gli umani. Sulla sua salute fisica ammette "Io per ora sto bene, poi chissà" e continua confermando di non sognare più niente per la propria vita e che evita anche di uscire non avendo stimoli da soddisfare o esperienze che non abbia già vissuto in passato credendo di essere nella fase conclusiva della sua vita. Anche per ciò che riguarda la carriera artistica, la Bertè, non ha un buon rapporto con i media ed, in particolare, con la televisione alla quale spesso rifiuta di partciparvi se non apprezza le trasmissioni in cui viene invitata. "Se non sono di mio interesse - dice l'artista - non ci vado nemmeno sotto tortura". Mentre trova nei concerti l'unico rimedio per star meglio: "Devo cantare per forza, sfogarmi, se no mi suicidio dalla noia". Prossimamente, infatti, sarà in tour con Gigi D'Alessio come guest star per poi tenere dei suoi personali concerti. Inoltre, al suo fianco, anche e soprattutto in questi momenti difficili, la Bertè, può sempre contare sugli amici di sempre Mario Lavezzi e Renato Zero che non hanno mai fatto mancare all'artista calabrese il loro sostegno umano e fraterno. Intanto, Loredana, continua a proporre nuova musica come appunto quest'ultimo singolo che sta riscuotendo già un ottimo successo radiofonico e che fa riflettere sulla reale forza della musica e di quello che gira intorno ad una canzonetta oltre ad esprimere i sogni e le aspettative, in parte deluse, che la protagonista si poneva da bambina nei confronti del mondo della musica leggera.

 

 

Condividi post
Repost0
22 giugno 2012 5 22 /06 /giugno /2012 23:01

 

 

Eros Ramazzotti - "Ti sposerò perchè" - (E.Ramazzotti) - "Musica è" 1988

 

 

Lorenzo Jovanotti - "Ti sposerò" - (L.Cherubini) - "Lorenzo 2002 - il quinto mondo" 2002

 

 

Claudio Baglioni - "Io ti prendo come mia sposa" - (C.Baglioni) - "Questo piccolo grande amore" 1972

 

 

Max Gazzè - "Il timido ubriaco" - (F.Gazzè - M.Gazzè) - "Max Gazzè (Gadzilla)" 2000

 

 

Carmen Consoli - "Fiori d'arancio" - (C.C.Consoli) - "L'eccezione" 2002

 

 

Nino D'Angelo - "Ave Maria" - (G.D'Angelo) - "'A discoteca" 1981

 

 

Irene Grandi - "Sposati! Subito!" - (E.Ramazzotti) - "Irene Grandi" 1994

 

 

Domenico Modugno - "L'anniversario" - (D.Modugno) - "L'anniversario" 1976

 

 

Renato Zero - "Fiori d'arancio" - (R.Fiacchini - P.Pintucci) - "Soggetti smarriti" 1986

 

 

Marco Masini - "Io non ti sposerò" - (M.Masini - G.Dati) - "..Il mio cammino" 2003

 

 

 

 

 

Commenta e vota la tua preferita o suggeriscine altre sul tema.

Condividi post
Repost0
14 giugno 2012 4 14 /06 /giugno /2012 23:01

Grandi novità per due colonna della nostra musica quali Adriano Celentano e Vasco Rossi. Per ciò che riguarda Vasco Rossi, il produttore televisivo Bibi Ballandi gli ha proposto un one-man show in stile Fiorello con tanti ospiti con i quali duettare ed intrattenere il pubblico. "Penso a uno show con grandi artisti. - Ha dichiarato Ballandi in una intervista recente al settimanale "A" diretto da Maria Latella - Lo vedrei con Polanski, con Fiorello, con Celentano. Vasco sa parlare a tutti.". Lo stesso Ballandi è colui che ha riportato in tv Celentano ed ha seguito la carriera televisiva di Fiorello che considera come un figlio. Vasco dal canto suo si è detto entusiasta ed ha commentato così sulla sua pagnia Facebook: "Ballandi ha organizzato il mio primo concerto in Piazza Maggiore e adesso si è messo in testa di sbattermi a fare un programma in tv. Se me lo chiedesse un altro - ha chiarito il rocker di Zocca - mi metterei a ridere, ma se lo dice Bibi!...io un'idea ce l'avrei". Presto, quindi, per dare date o appuntamenti ma ciò che è certo è che c'è la volonta del diretto interessato di tuffarsi in questa nuova avventura e gli addetti ai lavori e le televisioni sicuramente non si lasceranno scappare questa grandissima occasione commerciale. Non resta, quindi, che aspettare con la fiducia che Vasco non cambi idea. Ci sono, invece, già le date fissate per il grande ritorno live di Adriano Celentano che si ripropone dal vivo dopo ben 18 anni. L'8 ed il 9 ottobre, infatti, all'Arena di Verona il molleggiato terrà due concerti e riprenderà quel filo staccato nel 1994 quando tenne l'ultima tournée italiana ed europea che si concluse con la tappa al Forum di Assago, a Milano, e venne trasmessa in diretta televisiva ottenendo oltre 8 milioni di telespettatori. L'iniziativa è nata per celebrare i 55 anni di carriera che Celentano festeggia proprio in questi mesi. Non ci sono ancora tutti i particolari dell'evento ma pare siano previsti anche degli ospiti. Ciò che è sicuro è che oltre a cantare Celentano si fermerà anche a parlare con il pubblico ed è probabile che nasceranno nuove infuocate polemiche dopo quelle nate in seguito alla sua partecipazione all'ultimo Festival di Sanremo. Due grandi appuntamenti, quindi, da non perdere che vede come protagonisti due artisti che hanno fatto la storia della musica italiana e della nostra cultura popolare in genere.

 

 

                  ceva

 

Altro su:

Adriano Celentano

Rosario Fiorello

Vasco Rossi

Condividi post
Repost0
10 giugno 2012 7 10 /06 /giugno /2012 23:01

Esce domani il nuovo lavoro discografico di  Vinicio Capossela intitolato "Rebetiko Gymnastas" dopo circa un anno dal precedente "Marinai, profeti e balene". Prodotto dalla Cupa, etichetta dello stesso cantautore dalle origini tedesche, e distribuito dalla Warner, questo disco vede l'artista proporre alcuni suoi successi in lingua greca mediante il tradizionale genere ellenico rebetiko che in grecia è considerato come il tango in Argentina o come il blues per gli americani. Prodotto della cultura popolare greca degli anni '30, il rebetiko, veniva usato dagli emarginati per raccontare i propri disagi in musica. Per tale motivo le tematiche trattate in queste canzoni erano spesso tristi come la prigionia, la tossicodipendenza o la prostituzione. Come ogni musica tradizionale anche il rebetiko era espresso spesso in modo molto passionale ma, talvolta, veniva utilizzato anche in maniera ironica. Capossella per addentrarsi in questo mondo così lontano dalla musica moderna ha chiesto collaborazione a diversi musicisti ellenici come il maestro del bouzuki, strumento popolare greco simile al mandolino, Manolis Pappos. In questo modo l'artista nato ad Hannover ha potuto ampliare la sua ricerca su questo antico mondo musicale al fine di proporre in una veste insolita e molto particolare alcuni dei suoi brani migliori che ha registrato proprio ad Atene. A completare il disco ci sono anche quattro brani inediti che sono "Rebetiko Mou" che rappresenta un po' il senso dell'album, "Abbandonato" che è la versione italiana di un brano di Atahualpa Yupanqui, "Misirlou" successo internazionale del genere rebetiko e "Cancion de las simples cosas" che è una nuova versione di un celebre brano di Mercedes Sosa. A questi inediti si aggiunge una ghost-track che sarebbe una versione molto interessante di "Come prima". Un lavoro importante, quindi, che il cantautore polistrumentista ha voluto regalare ai suoi tanti appassionati confermando la sua attitudine a proporre sempre cose innovative e ricercate al fine di ottenere un repertorio musicale originale e sempre in aggiornamento.

 

 

 


 

Altro su:

Vinicio Capossela

Condividi post
Repost0
9 giugno 2012 6 09 /06 /giugno /2012 23:01

A pochi giorni dalla presentazione ufficiale dei palinsesti Rai, i vertici dell'azienda radio televisiva italiana, stanno sciogliendo gli ultimi nodi per poter annunciare, nella stessa occasione del 18 giugno, anche il conduttore del prossimo Festival di Sanremo. Dopo, infatti, le due positive edizioni guidate da Gianni Morandi, con il supporto tecnico di Gianmarco Mazzi, è arrivato il momento di scegliere a chi affidare la patata bollente. Le ultime indiscrezioni parlano fortemente di Fabio Fazio che mantiene anche il record di ascolti: le sue due precedenti avventure all'Aristono, infatti, del 1999 e del 2000 sono state quelle più premiate dal pubblico arrivando a toccare i 16 e i 17 milioni di telespettatori. Il direttore dell'intrattenimento Rai non ha confermato nè smentito ma circola voce di un imminente incontro con il conduttore ligure che, per alcuni, sarebbe già avvenuto segretamente. Anche lo stesso Fazio, per il momento, non ha rilasciato dichiarazioni in merito. Tra le alternative troviamo il solito Carlo Conti, portabandiera attuale dei conduttori Rai e sempre presente nella lista dei papabili negli ultimi anni ma a cui la manifestazione canora più importante dell'anno sfugge puntualmente da sotto il naso. Altre eventualità riguardano Massimo Ranieri che ha già condotto con successo diversi show in tv e darebbe seguito al filone dei cantanti classici alla conduzione dopo Morandi, poi l'affidabile e rassicurante Antonella Clerici, il rilanciato Fabrizio Frizzi ed il già premiato dal pubblico a Sanremo Paolo Bonolis. Non mancano. però, candidature fantasiose come quella che vedrebbe sul palco dell'Ariston la coppia formata dagli sposi Ilary Blasi e Francesco Totti. Altra voce che torna puntualmente ogni anno e smentita dall'interessato è quella di Rosario Fiorello che, in questa occasione era dato come coconduttore insieme al fratello Beppe. Non manca, inoltre, il nome del simbolo della conduzione televisiva italiana Pippo Baudo che ad ogni stagione si autocandida per il suo grande attaccamento alla kermesse: Baudo detiene, infatti, il maggior numero di conduzioni con ben 13 volte. Infine ci sarebbe anche un'altra ipotesi fantasiosa quanto affascinante e cioè quella che vedrebbe sul palco dell'Ariston, in qualità di conduttore, addirittura Vasco Rossi che, recentemente ha dichiarato di avere una idea per la televisione e di essere stato contattato dal produttore Bibi Ballandi proprio per un progetto sul piccolo schermo. Vasco si è detto favorevole ad una avventura in tv con il fidato amico Ballandi ma il progetto è più indirizzabile verso uno show televisivo che al Festival di Sanremo poichè la scelta di affidargli la trasmissione più importante della Rai sarebbe alquanto azzardata. Ad accompagnare il favorito, per il momento, Fazio potrebbe essere secondo voci di corridoio Geppi Cucciari che ben ha impressionato nella partecipazione alla scorsa edizione. Qualunque sia la scelta, quindi, sarà importate affidarlo ad una persona che sia in grado di guidare al meglio questa manifestazione e che, soprattutto, si circondi di una commissione competente per la scelta delle canzoni in gara che poi sono ciò che più conta in un Festival della canzone italiana come quello di Sanremo.

 

2351676055_1bc906d164.jpg

 

Altro su:

Gianni Morandi

Massimo Ranieri

Rosario Fiorello

Sanremo

Vasco Rossi

Condividi post
Repost0

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua, Pagina Facebook e Donazioni

Chat

Flag Counter

Flag Counter