Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

"Io non appartengo al tempo del delirio digitale,

del pensiero orizzontale,

di democrazia totale.

Appartengo a un altro tempo scritto sopra le mie dita,

con i segni di chitarra che mi rigano la vita.

Io l'ho vista la bellezza e ce l'ho stampata in cuore,

imbranata giovinezza a ogni antico nuovo amore."

 

Roberto Vecchioni - Io non appartengo più

Sondaggi

La Sfida dei 100, 7°Fase-2°Sfida
 
 
 
pollcode.com free polls
9 febbraio 2017 4 09 /02 /febbraio /2017 00:04
Sanremo 2017: Impressioni al primo ascolto - 2a parte

BIANCA ATZEI: 4 - La firma di Kekko Silvestre si sente e non è un bene. La solita melodia in pieno stile Modà che ben si sposa ad una interprete ancora in cerca di una identità. NON PERVENUTA.

MARCO MASINI: 7 - Esperimento elettro pop rischioso. Ha bisogno di un nuovo ascolto vista la tecnica rapida dell'esecuzione. Nonostante tutto Marco ha qualità da vendere e fa sempre la sua figura anche rinunciando al suo solito e garantito marchio melodico. VETERANO.

NESLI & PABA: 5 - Classico duetto sanremese, delicato, smielato e un po' retrò che non convince. PICCIONCINI.

SERGIO SYLVESTRE: 5, 5 - Le doti canore sono chiare e il pezzo le esalta restando, però, un ottimo esercizio stilistico e poco altro. LE FAREMO SAPERE!

GIGI D'ALESSIO: 5, 5 - Si affida alla classica melodia sanremese che strizza l'occhio alla platea e che ricorda note già note per un professionista del copia e incolla. DOVE L'HO GIÀ SENTITA?

MICHELE BRAVI: 6 - Proposta interessante, testo semplice a tratti adolescenziale ma l'età è quella che è ma mostra comunque sicurezza,  freddezza e capacità. I testi migliori arriveranno con la maturità. PROSPETTICO.

PAOLA TURCI: 6, 5 - Un bel ritorno, atteso da tempo e ottenuto con un pezzo non eccelso ma dal messaggio importante. In lizza per la critica. BENTORNATA!

FRANCESCO GABBANI: 7 - Originale e coinvolgente, bissa il successo di "Amen" dello scorso anno con le stesse armi. Un semi-esordiente che già mostra un suo marchio riconoscibile non è cosa da poco. Il linguaggio ricercato e i balletti strambi evidenziano un omaggio o una vocazione artistica verso il primo Battiato ed anche questo è sicuramente un punto a favore. ESTRANEO ALLA MASSA.

MICHELE ZARRILLO: 8 - L'amore cantanto da un professionista del romanticismo in musica. Elegante, raffinato, melodico, stilisticamente impeccabile. Zarrillo fa Zarrillo e lo fa come nei suoi migliori giorni. Da podio. EVERGREEN.

CHIARA GALIAZZO: 6, 5 - Un buon testo da un senso a capacità vocali altre volte disperse in banalità prive di identità. UPGRADE.

RAIGE & LUZI: 4, 5 - Testo coraggioso per l'Ariston e fin troppo diretto ed è forse proprio questo il problema. Sanremo è Sanremo: rimane una cattedrale ed esige una certa forma. Sia chiaro, ogni argomento si può ed è stato affrontato su quel palco ma con un tatto che forse è mancato per la sfrontatezza figlia della loro giovane età e di una generazione sempre meno avvezza a questi valori. AUDACI.

GIOVANI: Buon livello generale per i primi 4 in gara ed in particolare per Lamacchia che è parso il migliore ed è giustamente in finale con Guasti.

Condividi post
Repost0

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua, Pagina Facebook e Donazioni

Chat

Flag Counter

Flag Counter