Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

"Ho ancora dentro il cuore il ritmo delicato dei tuoi passi,
 
e le parole che mi hai detto prima che ti addormentassi;
 
Ormai le critiche,
 
non mi feriscono,
 
ma devo a te questa fortuna,
 
a te che abiti la luna...
"
 
Marco Masini - Lontano dai tuoi angeli

Sondaggi

Il problema della musica italiana
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
pollcode.com free polls
2 marzo 2016 3 02 /03 /marzo /2016 00:01

"Sul presepe del 2000" è un brano molto particolare di Federico Salvatore inciso nel 2004 per l'album "Dov'è l'individuo?". In questo testo, l'artista napoletano, utilizza lo scenario classico del presepe trasformandolo con quelli che potrebbero essero i "pastori" di oggi. Il presepe costruito dal cantautore, quindi, rappresenta una sorta di scultura della realtà attuale, ove però, vengono sottolineati gli aspetti negativi del nostro presente. L'autore, dunque, sostituisce fantasiosamente i pastori classici del presepe per crearne uno degli anni 2000 con personaggi e figure che, in qualche modo, inquinano quella serenità espressa solitamente dalla ricostruzione della natività. Lungo questo testo si scopre, ad esempio, la mangiatoia sostiutuita da un cassonetto della spazzatura o una mucca col certifato al posto del vecchio bue. Si notano personaggi ambigui come il produttore che paga l'ingaggio a due zampognari con 30 denari o il falegname che inchioda piccole barche che verranno utilizzate per i trasporti dei clandestini. Ed ancora, una Madonna albanese ed i Magi che portano in dono petrolio, armi ed un vassoio di polvere bianca. Nel testo non manca il riferimento alle Torri Gemelle trasformate in un castello ricordo di Erode lasciato a Bin Laden suo ultimo erede. Poi ci sono il pescatore che pesca sirene, il cacciatore che cerca le sue prede in discoteca, un Babbo Natale "stilista" che vende le renne per farne giacconi ed un angelo, che appeso dall'alto, non distingue fra spari e petardi se son botti di festa o di guerra. La speranza, infine, è lasciata ad uno scienziato che possa clonare un altro Gesù per poterci salvare. Il testo si chiude con un ricordo di Eduardo De Filippo e della sua celebe opera "Natale in casa Cupiello" con la citazione "Te pisce 'o presepe?" a cui Federico, oggi, riferendosi a quello descritto nel testo che non è altro che il nostro mondo, risponderebbe di no. Una bella e particolare composizione che Federico ha realizzato con la sua solita fantasia ed ironia sottolineando, però, alcuni aspetti atroci della nostra, cosiddetta, società civile.   

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by Marco Liberti - in Musica Italiana
scrivi un commento

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua e Pagina Facebook

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
 


this widget by www.AllBlogTools.com

La musica che gira intorno

Promuovi anche tu la tua Pagina

Chat

Flag Counter

Flag Counter