Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

"...Ricorda Signore questi servi disobbedienti

alle leggi del branco,

non dimenticare il loro volto,

che dopo tanto sbandare,

è appena giusto che la fortuna li aiuti,

come una svista, come un'anomalia, come una distrazione,

come un dovere..."

Fabrizio De André & Ivano Fossati - Smisurata preghiera

Sondaggi

La Sfida dei 100, 3°Fase-9°Sfida
 
 
 
 
pollcode.com free polls
15 settembre 2018 6 15 /09 /settembre /2018 23:01

"La favola mia" è una delle canzoni più amate del repertorio di Renato Zero, Fiacchini all'anagrafe, ed è stata pubblicata nel 1978 per l'album "Zerolandia". Nella prima stampa del vinile il brano porta le firme di Franca Evangelisti, Renato Zero e Piero Pintucci mentre nelle successive ristampe alla Evangelisti si aggiungono Roberto Conrado, Albert Verrecchia e Piero Montanari. A parte questa curiosità, il brano, diventa presto un cavallo di battaglia dell'artisti anche perchè il testo è evidentemente autobiografico. La canzone, infatti, rappresenta l'illusione quotidiana espressa dal teatrante attraverso versi, maschere e costumi che concede la possibilità di soddisfare quella voglia di vivere un sogno di un pubblico che non osa scoprire le proprie vanità ed i propri bisogni più ludici ed infantili. L'artista, in questo caso, si sostituisce allo spettatore trasformando in realtà le proprie fantasie attraverso l'incantato sogno di una serata che si ripete, puntualmente ogni sera, non appena sia apre il sipario. Una magia che permette ad un pubblico di tornare bambino ed all'artista di indossare delle maschere ben più vere di quelle che si è costretti a portare nella odierna collettività sociale. Dietro quella maschera, però, Zero ricorda la presenza di uomo comune costretto a convivere quotidianamente con le stesse problematiche che riempiono i giorni di chi assiste a quelle esibizioni. Viene, quindi, espressa la volontà dell'artista di non assumere un ruolo di superiorità rispetto ai propri fans bensì di sottolineare la propria modestia e vicinanza al popolo. Zero, quindi, vive il sogno che lo spettatore chiede attraverso la propria poesia e la propria affascinante arte dimenticando, per qualche ora, la nuda realtà per offrire una notte di magia che si rinnova in ogni nuovo spettacolo. Un capolavoro assoluto, quindi, che ben rappresenta la storia e la  vita artistica di Renato Zero che ha affrontato il proprio cammino musicale, e continua a farlo, proprio in tal senso con la volontà di regalare quel sogno ad un pubblico che non ha smesso mai di affascinarsi dinnanzi a quella favola rappresentata da un cantautore di cotanto spessore umano ed artistico.

 

Altro su:

Renato Zero 

Condividi post

Repost0

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua, Pagina Facebook e Donazioni

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
 


this widget by www.AllBlogTools.com

La musica che gira intorno

Promuovi anche tu la tua Pagina

Chat

Flag Counter

Flag Counter