Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

"...E ti ricordo ancora,
 
dimmi che non è cambiato niente da allora,
 
chissà se parli ancora agli animali,
 
se ti commuovi davanti a un film.
"

 
Fabio Concato - Ti ricordo ancora

Sondaggi

Quale trasmissione musicale preferisci
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
pollcode.com free polls
8 marzo 2016 2 08 /03 /marzo /2016 00:01

"L'ultimo spettacolo" è un brano di Roberto Vecchioni pubblicato nell'album "Samarcanda" del 1977. La canzone nasce, in realtà, dai contrasti coniugali con l'allora moglie Irene e si sviluppa intorno al suo addio verso Torino, luogo di residenza dell'amante che tornerà più volte, come concetto, in diversi brani dell'artista come "Vorrei" e "Montecristo". "L'ultimo spettacolo" quindi inteso come quell'ultima farsa dell'addio ma anche come una citazione dell'omonimo film di Peter Bogdanovich del 1971. Nel testo viene prima fatto un parallelo tra i personaggi della mitologia greca descritti da Omero forti e sicuri della propria onnipotenza e quella della realtà definiti uomini goffi, disperati e nudi che, talvolta, però possono aver la meglio. Vecchioni, ricorda i greci, come eroi che partivano per le proprie guerre come fa lui, in veste di cantautore, che parte per portare la musica di città in città ma, a differenza di quei miti, lui non ha una donna ad aspettare il suo ritorno. Anzi, la sua donna sta per partire e, Vecchioni, racconta il suo addio nella seconda parte del brano dove viene descritta propio quell'ultimo spettacolo. L'autore sottolinea la menzogna del momento sottolineando l'unica frase che, in un momento tanto importante, esce dalla bocca della moglie e cioè: "Me la dai una sigaretta?". L'autore però, chiarisce la reale sostanza del loro rapporto chiarendo di non aver considerato quella donna come roba sua ed è questo il motivo per il quale, l'uomo è ancora lì, quasi ad aiutare quella donna a lasciarlo definitivamente. Questo comportamento, fra due persone che si lasciano non avviene ed, invece, lui continua ad aspettare che il treno vada via forse per dare a quella farsa un briciolo di dignità accettando quella evidente verità che la donna tende comunque a trascurare. L'uomo, quindi, si vede oppresso nei suoi pensieri e nella sua solitudine e si rende conto di essere sempre stato solo poichè, come spiega in questo poetico verso: "E non si è soli quando un altro ti ha lasciato, si è soli quando qualcuno non è mai venuto...". Vecchioni chiude il brano rifiutando le pacche sulle spalle e gli incoraggiamenti di rito a rifarsi una vita, poichè, se questa storia, invece che la realtà, fosse solo una canzone con un finale scritto dallo stesso Vecchioni quella donna non sarebbe mai partita. Con questi versi altissimi si chiude un grande brano in cui Vecchioni ammette, quindi, di non aver superato quell'addio e sarà così ancora per molto tempo come sottolineato in altre successive canzoni dell'artista dove ricorrono versi inerenti a questa importante pagina della sua vita. Un capolavoro assoluto, quindi, di uno dei più gandi cantautori del nostro tempo. Nel sottofondo musicale, inoltre, è presente il violino di un altro grande artista che risponde al nome di Angelo Branduardi il quale ha collaborato, da musicista, in diversi brani del suddetto album.    

 

 

 


 

Altro su:

Angelo Branduardi

Roberto Vecchioni

Condividi post

Repost 0
Published by Marco Liberti - in Musica Italiana
scrivi un commento

commenti

FRANCESCA 03/17/2016 00:08

Buongiorno Signore / Signora.
Sono una particolare del settore privato che investe nell'immobiliare ed il finanziamento di prestito alle piccole e medie imprese.. Offro la possibilità agli individui. le mie offerte variano del 2000 € a9.000.000 €. Sono disponibile e disposto a discutere su tutte le vostre necessità di finanziamento (prestito immobiliare) prestito automobile, prestito commerciale, prestito personale, prestito familiare, e più ancora, qualche o la vostra riga sociale e la vostra situazione economica. Non esitate a contattarmi se siete interessati:francesca.cortes02@gmail.com

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua e Pagina Facebook

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
 


this widget by www.AllBlogTools.com

La musica che gira intorno

Promuovi anche tu la tua Pagina

Chat

Flag Counter

Flag Counter