Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

…e per questo amore figlio di un'estate,

ci vorrebbe il sale per guarire le ferite,

dei sorrisi bianchi fra le labbra rosa,

a contare stelle mentre il cielo si riposa…

Marco Masini - Ci vorrebbe il mare

Sondaggi

Cosa preferisci di questo blog
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
pollcode.com free polls
18 marzo 2014 2 18 /03 /marzo /2014 00:01

Canino

1.Alessandro lei è una delle tante scoperte artistiche del grande Giancarlo Bigazzi nei primi anni '90. Che ricordo ha di lui?Tra l'altro, lei è stato anche uno degli ultimi ad usufruire della sua collaborazione prima della sua scomparsa per il singolo "4-3" del 2011. Cosa ricorda di quell'episodio?L'ha poi rincontrato?

Posso dire che è stato un grande Maestro ma non solo per me, per molti cantanti del panorama musicale italiano. Ha scritto delle canzoni che rimarranno per sempre nei classici della storia della musica italiana, un genio!

2.Lei deve il suo esordio e, parte del suo successo, anche a Pippo Baudo che la ammise al Festival di Sanremo del 1992 tra le "Nuove proposte" con il brano che ha segnato la sua carriera e cioè "Brutta". Cosa ricorda di quell'esperienza e della fiducia concessa da Baudo?Cosa ha significato per lei quella canzone?Come è nata?

Pippo è stato ed è uno dei pilastri della tv in Italia, un uomo di una cultura e una preparazione incredibile, ma anche di una sensibilità ed intuizioni che pochi si possono permettere. Per me è stato importantissimo, ci siamo incontrati pochi mesi fa a Montecatini in occasione di una manifestazione, "Senti se c'ha un amico", ideata da Walter Santillo e Giorgio Panariello, in cui gli ospiti raccontavano il proprio percorso artistico: in quella occasione ci siamo guardati negli occhi e ci siamo emozionati entrambi, Pippo è unico e insostituibile. "Brutta" è stato il mio esordio, raccontando una cosa che mi era successa, sono riuscito ad arrivare al cuore della gente con semplicità e verità, per un ragazzo all'epoca appena diciottenne, è stata una emozione unica.

3.Lei è tornato, poi, a Sanremo anche altre volte. Cosa pensa del Festival?Conta di tornarci?

Si sono tornato nel '93 e nel '94 con "Tu tu tu tu" e "Crescerai". Il Festival è ancora oggi la manifestazione più importante che c'è in Italia e spero di tornarci presto per il legame che ho con Sanremo.

4.Dopo quegli anni postivi, i media lo hanno un po' dimenticato, anche se lei non ha mai smesso di proporre nuova musica. Cosa ci dice a riguardo?Che pensa del sistema attuale di promozione della musica in radio ed in televisione?Non pensa che, spesso, venga dato troppo spazio ai soliti noti ed a chi, di talento, proprio non ne ha?

Beh posso dire che i media si scordano presto di chi magari attraversa un momento di apparente silenzio, se non fai tv significa che sei sparito e questo non lo trovo giusto. Ci sono tantissime altre esperienze da fare nel panorama musicale ed io posso dire di averle provate quasi tutto e ne sono orgoglioso. Forse adesso nel momento storico in cui stiamo vivendo è tutto un po' confuso, credo che nemmeno radio e tv hanno capito bene cosa possa funzionare o meno, quello che è certo però è che dovrebbero dare spazio a chi se lo merita e che ogni giorno lavora per offrire al pubblico nuove emozioni.

5.Di tutto il suo repertorio qual è la canzone che ama di più?Quale quella, invece, che pensa andrebbe rivalutata?Quale quella, infine, di un suo collega che le sarebbe piaciuto incidere?

Solitamente per un artista è l'ultima nata e posso dire che è così anche per me, quindi, direi che "Io" adesso mi rappresenta totalmente. Con la nuova produzione, la "ROS Group" di Rossano Eleuteri, abbiamo rivalutato e riarrangiato alcune canzoni che credo il pubblico apprezzerà molto venendoci ad ascoltare nelle date del tour che partirà a Maggio. Mi piacerebbe cantare alcune canzoni del mio artista preferito e cioè Pino Daniele.

6.Come detto recentemente ha pubblicato un nuovo album, "Io", ed ha avuto un ottimo riscontro di critica e pubblico. Cosa ci dice di questo progetto?Come è nato?Che messaggio intende lanciare?

"Io" è un disco che sognavo da anni ormai di poter realizzare. Dico sempre che fare dischi tanto per farli non ha senso ed è giusto aspettare per poter esprimersi al meglio. Credo che con questo nuovo progetto sono riuscito ad esprimere tutto quello che avevo dentro ormai da molto tempo, sono orgoglioso e carico come mai. Il messaggio è chiaro e si evince semplicemente ascoltandolo, non voglio dire molte cose..."LO SI DEVE ASCOLTARE"...semplicemente.

7.Ha brani pronti nel cassetto. A cosa sta lavorando ora?C'è qualche artista con il quale le piacerebbe duettare?

Stiamo continuando a scrivere nuove cose perché il momento che stiamo vivendo è magico ed è giusto sfruttare al massimo l'ispirazione per un prossimo disco. Di artisti con cui duettare ce ne sono tantissimi, in "Io" c'è già un duetto speciale con un artista svizzero che vi consiglio di ascoltare. La canzone si intitola "Quello che conta" e credo che il mio pubblico sarà sorpreso nel sentirmi cantare in "bernese" :-). 

8.Cosa ascolta oggi?Come vede la situazione attuale della nostra musica?

Ascolto tantissima musica perché trovo giusto che un artista debba ascoltare un po' di tutto e il lavoro degli altri colleghi e spero che la situazione musicale italiana venga valorizzata sempre più perché la nostra melodia è apprezzata in tutto il mondo.

9.Nel mondo della musica, come in tutti i settori, vi sono amici e nemici. Chi può ritenere amico?Chi, invece, l'ha delusa?Ha qualche sassolino che vorrebbe togliersi dalla scarpa?

Diciamo che nel mondo della musica c'è molta competizione, ma personalmente non la sento. Credo che ognuno debba concentrarsi sul proprio progetto e debba essere unico in quello che fa. I sassolini me li toglierò al momento giusto, ora siamo solo all'inizio e mi basta sapere che "Io" ci sono, già questo è un sassone che mi tolgo.

10.Alessandro la ringrazio della disponibilità e augurandole il meglio per il suo futuro le chiedo, in conclusione, un saluto per tutti i lettori di "La musica che gira intorno...". Grazie

Ringrazio te per la bella intervista, spero che in futuro ci sia ancora modo di parlare con te e con i vostri lettori di "La musica che gira intorno...". Vi abbraccio tutti e vi invito a dare un occhiata al mio sito www.alessandrocanino.it.

Alessandro Canino

 

 

 

Altro su:

Artisti citati A/I

Artisti citati J/Z

Intervista con...

Sanremo Story

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by Marco Liberti - in Musica Italiana
scrivi un commento

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua e Pagina Facebook

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
 


this widget by www.AllBlogTools.com

La musica che gira intorno

Promuovi anche tu la tua Pagina

Chat

Flag Counter

Flag Counter