Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

Quei giorni perduti a rincorrere il vento,

a chiederci un bacio e volerne altri cento…
 
Fabrizio De André - Amore che vieni, amore che vai

 

Sondaggi

Chi vorresti al fianco di Baglioni a Sanremo 2018
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
pollcode.com free polls
13 agosto 2017 7 13 /08 /agosto /2017 23:01

"Fra..gi..le" è un brano di  Francesco Baccini del 2006 pubblicato nell'omonimo album che non è altro che una riedizione del precedente disco "Stasera teatro" con l'aggiunta di tre inediti. Con questo brano, Baccini, si era candidato a partecipare al Festival di Sanremo e sembrava destinato a parteciparvi fino all'annuncio ufficiale dei concorrenti dove prese atto della esclusione e dichiarò la sua delusione. A quel Sanremo, però, Baccini vi partecipò lo stesso grazie all'invito dell'amico e fans Giuseppe Povia che lo chiamò a duettare con lui nella quarta serata in una esibizione particolarmente sentita viste le polemiche dei giorni precedenti. Con "Fra..gi..le" Baccini era intenzionato a fare un grande ritorno nella musica pop soprattutto dal punto di vista mediatico dove spesso viene dimenticato come, tra l'altro, succede a tanti altri artisti ignorati dai media. In effetti, Baccini, in questo brano si ripropone al meglio con la sua caratteristica voce e la sua abilità al pianoforte senza dimenticare le sue capacità autoriali figlie della grande scuola ligure ed, in particolare, dell'amore verso Luigi Tenco al quale ha anche dedicato  "Baccini canta Tenco", un album ed uno spettacolo live rivisitando le sue più belle canzoni. Citando in oltre un altro grande figlio di quella terra, ovvero, Fabrizio De André è giusto menzionare che proprio l'immenso Faber vedeva in Baccini l'erede di Tenco definendolo: "Un Tenco a colori".  Il suo stile, infatti, si avvicina molto a quello di Tenco e Baccini non perde occasione di ricordare il suo mito in ogni concerto. Tornado al brano, Baccini, si mette a nudo, mostrando le sue paure e le sue insicurezze nella vita di oggi. L'autore, nel brano, si definisce un uomo del '700 e, quindi, non in linea con un presente che pretende che ogni uomo si mostri sempre forte, virile ed infallibile. Baccini, scavando nel proprio animo, regala questa dichiarazione intimista del proprio essere non accettando quella mania di ostentare fortemente presente nell'odierna collettività sociale. Un messaggio di umiltà e di umanità, quindi, è ciò che l'autore intende far passare spogliandosi di ogni maschera che il nostro tempo, talvolta, ci impone. 

 

 

 


 

Altro su:

Fabrizio De André

Francesco Baccini

Giuseppe Povia

Luigi Tenco

Condividi post

Repost 0
Published by Marco Liberti - in Musica Italiana
scrivi un commento

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua e Pagina Facebook

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
 


this widget by www.AllBlogTools.com

La musica che gira intorno

Promuovi anche tu la tua Pagina

Chat

Flag Counter

Flag Counter