Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

…e per questo amore figlio di un'estate,

ci vorrebbe il sale per guarire le ferite,

dei sorrisi bianchi fra le labbra rosa,

a contare stelle mentre il cielo si riposa…

Marco Masini - Ci vorrebbe il mare

Sondaggi

Cosa preferisci di questo blog
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
pollcode.com free polls
24 gennaio 2017 2 24 /01 /gennaio /2017 00:01

"Eskimo" è una canzone scritta da  Francesco Guccini e pubblicata nel 1978 all'interno dell'album "Amerigo". In questo brano, il cantautore modenese, ripercorre la sua gioventù povera ma allo stesso tempo ricca di valori e di emozioni che oggi, nell'agiatezza, non vi sono più. Si ricorda, in particolar modo, il rapporto con Roberta, storica fidanzata che poi sarebbe diventata la sua prima moglie dalla quale si sarebbe separato solo sei anni più tardi. Ai tempi del brano i due erano acora sposati ma, come si nota anche dal brano, non esistevano più tra i due particolari stimoli affettivi che avevano caratterizzato l'età giovanile. Guccini rimpiange gli incontri "rubati" in un letto ad ore o dentro un cinema. Di quel clima dei vent'anni Guccini ricorda la spensieratezza e l'incoscenza di seguire il proprio pensiero anche sbagliato che fosse. Il titolo del brano potrebbe portare alla mente la rivolta studentesca del '68 ma l'autore, oltre a cantarlo, ha più volte precisato che l'uso dell'eskimo, giubbotto con cappuccio in voga tra i giovani politicizzati, era dovuto solo al freddo provato a Trieste durante il servizio di leva e dal prezzo accessibile ad un ragazzo con poche risorse economiche. Mettendo da parte le etichette, Guccini, ha ribadito anche nel testo della canzone che un pensiero non bisogna portarlo avanti per moda o per tendenza ma proporlo quando lo si sente, magari anticipando i tempi. Si fa, quindi, pià volte riferimento alla povertà ed al contrasto con la realtà borghese a cui apparteneva la sua compagna la quale gli toccava anche di pagargli il cinema. Guccini non si spiegava perchè questa ragazza era attratta proprio da lui e gli pesava il paragone tra il proprio eskimo ed il paletò della ragazza. Nonostante la differenza di classe i due portano avanti con passione la loro storia fino ad arrivare ad un rapporto quotidiano monotono e freddo. Ed anche questo brano non ha pretese di rivitalizzare questo rapporto: l'autore dice di fare quel che può sentendosi ancora, nel suo profondo, quel ragazzo dell'eskimo di un tempo ma, è sicuro, allo stesso tempo che la compagna ignorerà questa canzone come ha sempre fatto nel passato. Una canzone, quindi, da ascoltare per capire la profondità e la proprietà di scrittura di uno dei maggiori esponenti del cantautorato italiano.

Condividi post

Repost 0
Published by Marco Liberti - in Musica Italiana
scrivi un commento

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua e Pagina Facebook

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
 


this widget by www.AllBlogTools.com

La musica che gira intorno

Promuovi anche tu la tua Pagina

Chat

Flag Counter

Flag Counter