Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

…e per questo amore figlio di un'estate,

ci vorrebbe il sale per guarire le ferite,

dei sorrisi bianchi fra le labbra rosa,

a contare stelle mentre il cielo si riposa…

Marco Masini - Ci vorrebbe il mare

Sondaggi

Cosa preferisci di questo blog
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
pollcode.com free polls
15 giugno 2016 3 15 /06 /giugno /2016 23:01

"Doma il mare, il mare doma" è una canzone molto particolare incisa dagli Stadio nel 2000 per l'album "Donne & colori". Scritta da Gaetano Curreri, Roberto Roversi ed Andrea Fornili, la canzone, è un chiaro ed esplicito riferimento alla vita ed al destino burrascoso del più grande calciatore di tutti i tempi e cioè Diego Armando Maradona. Nel testo si parla, infatti, di una storia iniziata con il sole della realizzazione di un sogno di un bambino dall'immenso talento e poi finita nel vino ovvero nella solitudine di uomo che, nel periodo più difficile della sua vita, quando il sogno svaniva, era stato lasciato solo ed abbandonato da tutta quella gente che lo circondava quando la sua stella brillava. Un destino beffardo di cui lo stesso Maradona ne è stato il primo colpevole poichè ha mostrato tutte le sue debolezze umane nella dipendenza dalla cocaina che gli ha rovinato la vita. Nonostante tutto Maradona si è rialzato più volte anche quando tutti lo davano per morto e tutto ciò grazie all'amore delle persone care e soprattutto delle figlie per il quale Diego ha più volte dimostato il suo smisurato attaccamento. Per le figlie Diego ha trovato la forza di reagire e di abbandonare definitivamente ogni dipendenza. La canzone degli Stadio, quindi, ripercorre un po' questa storia ricordando i primi sogni di gloria di una giovane mezz'ala argentina che col numero dieci sulle spalle incantava il mondo prima di trovare gloria e successi alle pendici del Vesuvio dove il suo talento esplode definitivamente e dove, alla fine dell'avventura italiana, il destino inizierà a palesare i primi segnali del triste declinio sportivo ed umano. Gli Stadio, attraverso le loro parole, ben rappresentano questi momenti che hanno segnato la vita di questo grande personaggio che, malgrado tutto, rimarrà sempre un mito immortale.

 

 

Altro su:

Gaetano Curreri

Stadio

 

Condividi post

Repost 0
Published by Marco Liberti - in Musica Italiana
scrivi un commento

commenti

Carmine 06/24/2016 19:23

Molto interessante il blog creato da Marco!Per uno che ama la musica alla sua stessa maniera,è una bella opportunità per scambiare opinioni e tutto quanto ci accomuna in questa passione.Ciao Marco,avanti così con tantissimi in bocca al lupo perche il tuo blog abbia sempre più consensi e diventi sempre più grande!

Marco Liberti 06/25/2016 10:29

Grazie Carmine, qui troverai sicuramente pane per i tuoi denti. Da competente e appassionato della buona musica quale sei sarai sempre benvenuto su queste pagine per scambiare opinioni, confrontarci e soddisfare ogni curiosità sulla musica italiana. A presto!

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua e Pagina Facebook

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
 


this widget by www.AllBlogTools.com

La musica che gira intorno

Promuovi anche tu la tua Pagina

Chat

Flag Counter

Flag Counter