Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

"Ogni giorno racconto la favola mia,

la racconto ogni giorno, chiunque tu sia

e mi vesto di sogno per darti se vuoi,

l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi..."

 

Renato Zero- La favola mia

Sondaggi

La Sfida dei 100, 7°Fase-1°Sfida
 
 
 
pollcode.com free polls
14 maggio 2019 2 14 /05 /maggio /2019 16:29

"Lo chiamavano vient' 'e terra" è l'ultimo lavoro discografico scritto, arrangiato e prodotto da Enzo Gragnaniello, uno di quei grandi professionisti della musica che, in questa discografia attuale compromessa da major a circuito chiuso e media nazionali attenti solo ai "fenomeni" usa e getta, fa fatica come tanti celebri colleghi a pubblicizzare i suoi prodotti. Pur sapendolo, però, l'entusiasmo e la voglia di appassionare il suo pubblico con la sua musica lo ha spinto, ancora una volta, ad una nuova esaltante sfida vinta a pieni voti. L'album in questione rimarca la grande attenzione nei testi, da sempre sua prerogativa, e l'unicità stilistica del suo sound. Varia su più generi, dal folk al blues, come suo solito, e lo fa sempre in maniera altamente professionale e appassionata. Il timbro vocale e l'inconfondibile cifra interpretativa poi completano il lavoro facendolo risultare uno dei più completi e intensi della sua lunga discografia. Gli anni e l'esperienza consolidano sempre più l'arte del maestro, un po' come il buon vino sembra migliorare col passare del tempo. Sarà che la base di partenza già era ottima ma, mantenere certi livelli ed, appunto, perfino migliorarsi col passare degli anni, quando potrebbe subentrare la stanchezza, la noia, l'appagatezza è un qualcosa che solo ai grandi può succedere. Ancora una volta, quindi, Gragnaniello smuove le viscere, ci entra nell'anima con la sua voce calda, profonda, graffiante, ci rappresenta gli angoli delle nostre coscienze, ci mostra Napoli nelle sue espressioni più vere, ci offre uno sguardo sul mondo, sull'essere umano, sulle sue emozioni che solo un grande artista riesce a cogliere e tramutarlo in poesia.         

Condividi post
Repost0

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua, Pagina Facebook e Donazioni

Chat

Flag Counter

Flag Counter