Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

"Fratello dobbiamo volare nei cieli più limpidi;
 
Bisogna imparare a sognare per essere liberi...
"
 
Lucio Dalla - Latin lover

Sondaggi

Sei favorevole all'ipotesi di cambiare sede al Festival di Sanremo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
pollcode.com free polls
21 agosto 2016 7 21 /08 /agosto /2016 23:01

"Via dei Martiri" è un brano inciso da Renato Zero nell'album "Tutti gli Zeri del mondo" del 2000 ed è stato composto dallo stesso artista romano insiema a Fulvio Palmieri. L'album è una conseguenza dello show televisivo proposto dal cantautore ed è composto dai brani eseguiti live su Raiuno tra inediti e cover rielaborate. A fare da apripista al disco è "Tutti gli zeri del mondo" cantanta con Mina e la rielaborazione di "Tu si 'na cosa grande" di Domenico Modugno e Roberto Gigli ma anche la suddetta "Via dei Martiri" conquista fin da subito il pubblico e verrà presentata anche al Festivalbar. Il testo è un ulteriore omaggio agli "zeri" del mondo ovvero gli ultimi, i disadattati, gli emarginati. Tematica da sempre molto presente nella discografia di Zero che, in questo caso, immagina un ipotetico luogo dove queste persone vengono abbandonate al loro destino, un luogo lontano dal mondo reale, un luogo invisibile come invisibili sono le persone che ci vivono agli occhi di una società sempre più meschina e fasulla. La "Via dei Martiri" appunto, una valle di lacrime che però Zero vede come punto di partenza per ritrovare le proprie forze e la propria dignità per non arrendersi mai ad un destino beffardo. Pensare prima di tutto a se stessi, anche se può sembrare egoistico, è forse la prima misura per non farsi dimenticare dal mondo oltre al lavoro, al sacrificio, alla pazienza, alll'onestà, all'umiltà, ai veri valori insomma, che devono assumere un ruolo decisivo nel proprio cammino affinché si possano cogliere quelle opportunità che la vita ci offre. Inoltre, Zero, ci mette in guardia dalle facili illusioni, dalle invidie, dalle gelosie e dalle carezze ruffiane che incontreremo, prima o poi, nella nostra vita ma di credere sempre nella propria persona ed avere profonda stima del proprio essere puntando sulle nostre virtù per difendere ad ogni costo la nostra libertà. La fortuna aiuta gli audaci, recita un proverbio, ed è una delle chiavi di lettura di questo testo che offre, però, innumerevoli spunti di riflessione sul tema e ciò non può che non rappresentare un enorme pregio per un'offerta cantautoriale che sia degna di tale nome. Un capolavoro assoluto, quindi, reso immortale dalla magistrale interpretazione del suo autore: un Renato Zero in grandissima forma che ci ha regalato, con questo brano, l'ennesima pagina indimenticabile della sua immensa storia in musica e parole.     

Condividi post

Repost 0
Published by Marco Liberti - in Musica Italiana
scrivi un commento

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua e Pagina Facebook

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
 


this widget by www.AllBlogTools.com

La musica che gira intorno

Promuovi anche tu la tua Pagina

Chat

Flag Counter

Flag Counter