Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : La musica che gira intorno...
  • La musica che gira intorno...
  • : Blog di Marco Liberti dedicato principalmente alla musica italiana
  • Contatti

Profilo

  • Marco Liberti
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.
  • Cronista per vari giornali locali e articolista on line da diversi anni in svariati argomenti.

Cerca

Citazione del mese

…e per questo amore figlio di un'estate,

ci vorrebbe il sale per guarire le ferite,

dei sorrisi bianchi fra le labbra rosa,

a contare stelle mentre il cielo si riposa…

Marco Masini - Ci vorrebbe il mare

Sondaggi

Cosa preferisci di questo blog
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
pollcode.com free polls
21 luglio 2016 4 21 /07 /luglio /2016 23:01

3"Dimmi chi dorma accanto a me" è uno dei tanti capolavori offerti da Renato Zero nell'arco della sua grande carriera. Il brano, scritto con Danilo Riccardi, è stato pubblicato nel fortunato album "Amore dopo amore" del 1998. Il disco vende oltre 1.500.000 copie risultando uno dei più apprezzati della discografia dell'artista romano oltre ad essere il terzo album più venduto in quell'anno. Trainato da brani come "Cercami" o "La pace sia con te", questo disco, vi sono anche diverse perle che avrebbero meritato più risalto proprio come la suddetta canzone o come "La grande assente" dedicata alla compianta amica Mia Martini. In questo testo, Zero, si interroga su di un rapporto sentimentale spesso insoddisfacente che solo a letto trova la sua consolazione ed il suo riscatto. Il protagonista mette da parte la propria dignità ed il proprio orgoglio, forse spinto dalla paura di restare solo, per dar seguito ad un amore non sempre corrisposto da una partner sempre in cerca di altre avventure. Il risveglio, infatti, affianco a quella donna diventa una sorpresa quotidiana da accogliere con soddisfazione per un uomo che ancora si tormenta, nel buio della notte, sulla bontà di questo rapporto e sulla ambigua personalità di questa figura tra supposizioni ed apprensioni più o meno fondate. Si notano, infatti, nel testo diversi tratti che sottolineano il comportamento sleale di questa donna, i presunti tradimenti e la tacita accettazione di un uomo che non ha il coraggio, e forse nemmeno la volontà, di ribellarsi continuando a subire, in silenzio, questa situazione. "...Sussurri tanti nomi tranne che il mio..." o "...con questo buio giuro non distinguo se, sono da solo a far l'amore con te, così affollata la tua mente non so, di quale orgasmo morirò..." o, ancora, "...fatalmente a mezzanotte fuggi via, sulla tua nuvola cercando compagnia...", sono solo alcuni versi che rendono l'idea del tormento interiore vissuto da quest'uomo. In conclusione, il protagonista, si offre una banale ma, in fondo reale, giustificazione con la frase "...non c'è amore che non ha difetti..." per accettare, nonostante tutto, questa tormentata situazione sentimentale e continuare a credere in un futuro migliore per questo rapporto che ad, oggi, appare fondamentale solo per se stesso. L'ennesima perla, quindi, che mostra l'infinita sensibilità di uno dei più grandi artisti del nostro tempo come Renato Zero.    

Condividi post

Repost 0
Published by Marco Liberti - in Musica Italiana
scrivi un commento

commenti

Scarica l'App 3.0

                                                                           8047838430_df19fcb94f.jpg

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lingua e Pagina Facebook

English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
 


this widget by www.AllBlogTools.com

La musica che gira intorno

Promuovi anche tu la tua Pagina

Chat

Flag Counter

Flag Counter